L’infinito nel palmo della mano

30 Giu, 2014 da

Un racconto delle nostre origini di uomini e donne originale e affascinante, scritto con la consueta maestria e semplicità dalla scrittrice nicaraguese Gioconda Belli.

La Belli prova a immaginare come doveva essere la vita dei due innocenti prima del fatidico morso alla mela proibita dell’albero della conoscenza e cosa poteva essere successo dopo e lo fa in una maniera così convincente che alla fine del libro occorre fare uno sforzo per rammentare che si tratta solo di una storia. La storia del primo uomo e della prima donna alla scoperta di se stessi, del mondo fuori del Paradiso e della vita dopo la perdita dell’innocenza.

Come scrive l’autrice stessa “questo romanzo nasce dallo stupore di scoprire risvolti ignoti in una storia antica che credevo di conoscere da sempre. (…) Costretta ad una lunga attesa nella biblioteca di un parente, i miei occhi vagarono per i ripiani verso il dorso dei libri. Sapevo che il padrone di casa aveva appena terminato di tirar fuori dagli scatoloni quegli antichi testi recuperati in una cantina dove giacevano da anni. (…) Presi quel misterioso volume e ne sfogliai incuriosita le pagine ingiallite. L’introduzione spiegava che il libro conteneva testi apocrifi, interpretazioni dell’Antico e del Nuovo Testamento che, pur redatte nell’antichità come i testi ufficiali che compongono la Bibbia che oggi conosciamo, per diverse ragioni non erano state incluse nel canone biblico. (…)

Pur non essendo religiosa, credo che ci furono una prima donna e un primo uomo, e che questa potrebbe essere benissimo la loro storia.

Questo romanzo è un racconto di fantasia, basato sulle molteplici narrazioni, interpretazioni e reinterpretazioni che, da tempi immemori, l’uomo ha costruito su quella che è la sua origine. Con tutta la sua meraviglia e il suo stupore, questa è la storia di ciascuno di noi.”

Giocanda Belli

L’infinito nel palmo della mano

Feltrinelli

Condividi questo articolo!

Articoli simili

Condividi

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.