Natale: qualche tisana per superarlo indenni

15 Dic, 2017 da

tisanaNatale alle porte, maratone familiari e amicali a go-go e girovita a rischio: questo, in estrema sintesi, il quadro d’insieme.

Troppe ore a tavola, poca o nulla attività fisica, cibi elaborati e a volte decisamente troppo pesanti da essere smaltiti con successo dal nostro organismo. In questo modo si rischia il 7 gennaio di ritrovarsi con qualche chilo di troppo e con gli organi emuntori che arrancano per la fatica di smaltire le tossine accumulate.

Cosa fare? Un aiuto prezioso può venirci ancora una volta dalla natura, in particolare dal suo meraviglioso mondo vegetale. Regalatevi, perciò, durante tutto il periodo natalizio una o più delle seguenti tisane. Bevetene da una a tre tazze al giorno, mattino, pomeriggio e sera, ritagliandovi del tempo per voi, per coccolarvi e volervi bene.

Si tratta di tisane pensate per depurare, per ritrovare energia, per rilassarvi, per aiutare la digestione, per darvi tono, magari durante il famigerato abbiocco post prandiale da pranzi e cenoni.

Prima di cominciare con le ricette delle tisane, che potrebbero anche costituire una buona idea regalo, voglio però ricordare a tutti come si preparare una tisana e come si mantiene in dispensa affinché non perda aroma e proprietà preziose.

Le tisane che troverete si preparano tutte per infusione dal momento che utilizzano i fiori, i frutti, le foglie leggere e i semi contenenti oli essenziali delle piante scelte. L’infuso si prepara versando l’acqua calda (nel caso dell’infuso a circa 80°)  sulla droga. Si copre e si lascia in infusione per 10 minuti. Poi si filtra, premendo bene le erbe e si sorseggia caldo o tiepido. Sempre meglio bere la tisana appena preparata. A piacere, aggiungere del miele; l’ideale sarebbe utilizzare un miele in grado di esaltare le proprietà della tisana.

Come si mantengono? In contenitori ben chiusi, scuri, lontano da fonti di luce, di calore o di umidità, in un luogo fresco e asciutto. Ottimo quindi conservarle in barattoli di vetro scuro nella dispensa, ma lontano dai fornelli. È consigliabile travasare la tisana in un contenitore adatto appena aperta e consumarla entro sei mesi-un anno al massimo. Meglio, quindi, acquistarne una quantità adeguata al consumo, senza esagerare e acquistarla nuovamente quando terminata, non tanto per il rischio che vada a male, quanto per la perdita delle preziose proprietà delle erbe in essa contenute.

Infine, se scegliete la tisana come idea regalo, non regalate una tisana qualunque, ma studiate la miscela appositamente per la persona a cui volete regalarla. All’amica o al capo troppo impegnati sul lavoro o nello studio, regalate una tisana rilassante; alla mamma che fatica a dormire, una bella tisana in grado di favorire il sonno; al marito che schianta sul divano dopo l’ennesimo pranzo natalizio una tisana digestiva e per tutti a gennaio (ma potete iniziare da subito per portarvi avanti) una bella tisana disintossicante. Mescolate le diverse erbe essiccate che avrete acquistato separatamente in erboristeria e mettetele all’interno di una tazza decorata dopo averle avvolte in un sacchetto trasparente per alimenti, o di un contenitore colorato e sbizzarritevi in fiocchi, cartoncini natalizi e decorazioni con stecche di cannella, anice stellato e così via

E veniamo finalmente alle prime ricette. Nei prossimi giorni troverete anche altre idee per tutti i gusti e le necessità.

Infuso calmante alla liquirizia, zenzero e camomilla

Mal di stomaco post abbuffata? Provate a calmare i doloretti con un infuso alla liquirizia, zenzero e camomilla. Basta utilizzare un pentolino d’acqua da portare a ebollizione (per circa 10 minuti), versarvi un cucchiaino di radice di liquirizia grattugiata, un cucchiaino di zenzero fresco tritato e uno di fiori secchi di camomilla (da aggiungere però solo alla fine dell’ebollizione, appena spento il fuoco), lasciar riposare coperto per 5 minuti, filtrare e bere, eventualmente dolcificando con del miele di qualità.

Dolcificare con miele di tiglio.

Infuso alla menta e camomilla

Nel caso in cui abbiate invece davvero esagerato e abbiate fatto indigestione, provate con questo mix, dal sapore davvero buono. Basta versare dell’acqua bollente in un pentolino, aggiungerci della menta essiccata e della camomilla e coprire per 10 minuti.

Dolcificare con miele di acacia.

Tisana di Betulla, Finocchio e Rosmarino

Se volete invece un effetto diuretico e depurativo, unito ad un aiuto alla digestione e alla prevenzione di fastidiosi gas intestinali, provate questa tisana. Il rosmarino in essa contenuto vi aiuterà anche in caso di astenia e di emicranie digestive.

Dolcificare con miele di rosmarino.

Tisana Cacciademoni

Questa tisana, grazie ai suoi componenti, si dice che possa allontanare tutti i mali. Il primo di questi componenti è l’iperico detto anche Erba di S. Giovanni o “erba cacciademoni” al quale si attribuisce il potere, grazie al suo profumo simile all’incenso, di allontanare gli spiriti malvagi. Ha proprietà calmanti, antinfiammatorie e cicatrizzanti. Anche i fiori d’arancio sono indicati per curare l’insonnia, il nervosismo, le palpitazioni e le digestioni difficili. L’olivo, ha sempre simboleggiato la divinità, la luce degli dei, la sapienza, la prosperità. Il luppolo, infine, svolge un’azione rilassante che favorisce un sonno ristoratore.

Ingredienti: Iperico sommità fiorite, Arancio fiori, Olivo foglie, Luppolo fiori

Dolcificare con miele di arancio.

Per concludere questa prima puntata dedicata alle tisane delle Feste, vi segnalo un sito dove poterete acquistare miele di qualità on line; ovviamente è solo un suggerimento e potrete acquistarlo ovunque, badando però che sia integrale, italiano, meglio se biologico e possibilmente DOP, laddove esista la DOP. Il sito in questione è: www.thehoneyland.it

A questo punto non mi resta che darvi appuntamento nei prossimi giorni per le nuove buonissime tisane.

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.