Natale: la seconda riflessione in regalo

23 Dic, 2017 da

qui e oraQui e ora

Mentre sono seduto qui non penso a qualcos’altro, non penso al passato o al futuro. Siedo qui e so che sto sedendo qui.

È molto importante.  Si tende a vivere nel futuro invece di vivere qui e ora. Diciamo sempre: “Aspetta che finisca l’università e mi laurei e allora sarò realmente vivo”. Poi, quando ci siamo laureati, e non è stato facile, rimandiamo ancora: “Solo quando avrò un lavoro mi sentirò realmente vivo”. Dopo il lavoro, la macchina. Dopo la macchina, la casa. Non siamo capaci di sentirci vivi nel momento presente. Tendiamo a posporre in un futuro generalmente lontano, non sappiamo quanto. Ma il momento di essere vivi è adesso. Altrimenti c’è il pericolo che tutta la vita trascorra senza essere riusciti a viverla. La tecnica, se si può chiamare così, consiste in questo: essere in questo preciso momento, essere consapevoli che siamo, qui e adesso, perché l’unico momento per essere vivi è proprio adesso.

“So che questo è l’unico momento”. Questo preciso momento è il momento reale. Essere qui e ora, gioire di questo momento è il nostro compito più importante. “Calma, sorridi momento presente, unico momento”. Mi auguro che vorrete provare.

Thich Nhat Hanh

Essere Pace

Ubaldini Editore

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.