Insonnia: 5 tisane per dormire

31 Gen, 2018 da

tisanaCome promesso qualche giorno fa, quando parlavo di insonnia nell‘articolo dedicato, ecco a voi qualche ricetta di “tisana della buona notte”.

Tisana a base di boldo, melissa e scorza di arancio amaro

Il boldo è una pianta che depura il fegato, è digestiva e leggermente lassativa. Possiede proprietà digestive, in quanto favorisce la secrezione gastrica e migliora la digestione dei grassi.

La melissa è una pianta nota per le sue proprietà sedative e calmanti che conciliano il sonno. Presa dopo i pasti facilita la digestione e riduce i sintomi della gastrite.

La scorza di arancio amaro, ha un’azione decongestionante, digestiva e calmante.

Per preparare la tisana: prepara il mix di erbe (che puoi acquistare già pronto dall’erborista, oppure puoi comporre tu acquistando le erbe singole) e poni la miscela in una tazza di acqua calda. Tieni in infusione 10 minuti, filtra e bevi. Dolcifica con del buon miele integrale, italiano, biologico, meglio se di arancio.

Tisana  a base di Valeriana, Camomilla, Melissa e Biancospino  

La valeriana veniva utilizzata come sedativo già da Galeno, ma una ampia letteratura clinica e sperimentale oggi ha dimostrato come alcuni dei suoi componenti hanno un meccanismo d’azione molto simile a quello delle benzodiazepine (fra i farmaci di sintesi più usati per favorire il sonno).

Anche per la camomilla l’utilizzazione a fini medici si perde nella notte dei tempi. Svolge la sua azione sull’apparato digestivo e ha effetto calmante.

Le foglie di melissa, invece, contengono olio essenziale e derivati cinnamici e il loro utilizzo consente anche di ottenere un effetto positivo sulla sintomatologia ansiosa a livello di stomaco e intestino grazie alla contemporanea attività sedativa e rilassante la muscolatura liscia.

Fiori e foglie di biancospino, infine, sono indicati per l’ansia con sintomatologia cardiaca come le palpitazioni; questo perché il biancospino ha effetto sedativo, ma anche efficacia nel ridurre la frequenza cardiaca.

Per preparare la tisana, metti in infusione un cucchiaio del mix di erbe in una tazza di acqua calda per 10 minuti. Filtra e bevi dolcificando con miele di tiglio.

Tisana di escolzia e melissa

Entrambe queste erbe, in particolare l’escolzia – che è un vero e proprio “induttore del sonno” – favoriscono la prima fase del sonno, quella dell’addormentamento.

Versa una tazza di acqua calda sopra mezzo cucchiaino delle due erbe Bastano 10 minuti di infusione. Consumala subito prima di andare a letto.

Tisana di passiflora, valeriana e malva

La prepari mettendo in una bella tazza di acqua calda, mezzo cucchiaino di valeriana, mezzo cucchiaino di passiflora e qualche fiore di malva. Dopo 5 minuti di infusione, bevi la tisana e poi vai a dormire.

Tisana di tiglio, biancospino e camomilla

Fatti preparare dall’erborista una tisana con 40 g fiori e brattee di tiglio, 40 g di fiori e foglie di biancospino e 20 g di fiori di camomilla. Metti un cucchiaio in infusione in una tazza di acqua calda per 10 minuti. Filtra e bevi dolcificando, se credi, con miele di tiglio.

Qualche osservazione finale

L’impiego di una tisana piuttosto che l’altra, se consigliata da un esperto, può essere mirata a seconda del tipo di insonnia di cui si soffre. Le diverse erbe agendo, infatti, in modo diverso e su distretti diversi, per far sì che possano esplicare al meglio le loro proprietà, andrebbero usate a seconda della tipologia della persona e della causa sottostante il disturbo.

Se si impiegano farmaci in via continuativa, inoltre, occorre sempre verificare con un esperto il possibile rischio di interazione con le erbe, soprattutto se si utilizzano regolarmente o di frequente.

Condividi questo articolo!

Articoli simili

Condividi

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.