Insalata di riso Venere

27 Set, 2013 da

Avete invitato a cena una persona che vi piace e volete far colpo su di lui o su di lei ma le vostre competenze in cucina non sono eccelse? Volete anche evitare di appesantirvi troppo per non togliere energia alla successiva continuazione della serata? Questa insalata di riso Venere farà sicuramente al caso vostro.

Ingredienti  (per 2 persone)

75 g di riso Venere integrale, 150 g di gamberi, una fetta (circa 100 g) di rana pescatrice, 200 g di moscardini bianchi, 1 zucchina media, 5-6 pomodorini, 1 porro piccolo, menta, basilico, prezzemolo, un limone piccolo bio, olio extra vergine di oliva (evo), aceto, sale, brandy

Preparazione

Fate cuocere in acqua salata bollente il riso Venere (se integrale necessiterà di 45 minuti circa di cottura, potete prepararlo la sera prima) e fatelo raffreddare dopo averlo condito con poco olio evo. Nel frattempo lavate e tagliate a metà o in quarti a seconda delle dimensioni i pomodorini. Metteteli in un piatto fondo con dell’olio evo, un pizzico di sale e delle foglie di basilico spezzettate con le mani. Lasciate insaporire. Intanto lavate e tagliate a cubetti le zucchine, tagliate anche il porro a rondelle e mettetelo ad appassire in una padella con un po’ di olio evo al quale aggiungerete un po’ d’acqua per non farlo soffriggere. Quando il porro è appassito, aggiungete le zucchine e incoperchiate. Lasciate cuocere e, solo se necessario, aggiungete un po’ d’acqua. Devono restare al dente e non essere sfatte. Lasciatele raffreddare condendole con della menta spezzettata (un paio di foglioline, non troppa perchè la menta ha un sapore forte che rischia di prevalere sugli altri).

Sgusciate i gamberi e fateli cuocere in padella con poco olio, sfumando a fine cottura con un po’ di brandy da far evaporare a fiamma alta. Lasciateli raffreddare.

Cuocete la rana pescatrice in padella, senza condimenti.

Portate a ebollizione dell’acqua con un po’ di aceto mentre pulite i moscardini. Fateli cuocere per una ventina di minuti circa lasciandoli raffreddare nell’acqua di cottura. Quindi, tagliateli a pezzetti.

A questo punto mescolate tutti gli ingredienti insieme. Preparate un’emulsione con la buccia grattugiata del limone (che per questo deve essere biologico), un po’ del suo succo e un paio di cucchiai di olio evo. Assaggiate per verificare che il limone si senta, ma non sia eccessivo, aggiungete altro succo finché arrivate al sapore che preferite. Tenete però conto che un po’ l’agro si deve sentire. Tritate prezzemolo in abbondanza e cospargetene l’insalata.

In realtà gli ingredienti sono puramente  indicativi, se non trovate i moscardini, provate con ciuffi di calamaretti; invece dei gamberi: mazzancolle; se il vostro budget non vi permette la rana pescatrice, un altro trancio di pesce bianco andrà benissimo. Non è più la stagione delle zucchine? Provate con i fagiolini o altra verdura verde da cuocere. Non avete in frigorifero o non è più la stagione del porro? Se siete in primavera, potete provare con del cipollotto crudo, altrimenti usate dello scalogno da far appassire al posto del porro. Insomma, lasciate spazio alla fantasia e all’intuito. Tenete anche conto che molto del piatto si gioca sulla composizione e gradevolezza dei colori: il nero del riso, il rosso,il rosa, il verde, il bianco dei condimenti e dei sapori: il condimento a base di limone che dà un tocco di freschezza al tutto, le erbe aromatiche che profumano in maniera equilibrata e unica il piatto, il riso Venere, dall’aroma inconfondibile che ben si sposa con il pesce

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.