Frittata vegan al sedano rapa

27 Nov, 2014 da

Frittata veganaL’altra sera ero da sola e volevo preparare un piatto veloce e appetitoso in modo da dedicarmi a fare altro dopo cena. Ho guardato nel frigo e ho trovato dei pomodorini secchi e un avanzo di sedano rapa. Così ho pensato ad una frittata vegan, una frittata, cioè, che al posto delle uova utilizza la farina di ceci, arricchita dei due ingredienti prima citati che mi piacciono molto. Per il sedano rapa ho una passione. Gli ho dedicato, infatti, anche un’altra ricetta, questa volta non vegana, “Pollo tiepido al sedano rapa e mela”.

Ingredienti (per 2 persone)

1 scalogno, sedano rapa, 4 pomodorini secchi, 120 g farina di ceci, rosmarino, sale, curcuma, olio extravergine di oliva, 300 ml acqua naturale tiepida.

Preparazione

Mescolare con una frusta la farina di ceci all’acqua tiepida. Lasciar riposare 5 minuti e togliere la schiumina che si formerà sopra con la schiumarola. Aggiungere due cucchiai di olio evo, un pizzico di sale e girare ancora. Aggiungere della curcuma a piacere. Io ne ho messo mezzo cucchiaino.

Mettere a bagno per una decina di minuti i pomodorini secchi in acqua bollente e aceto di mele. Nel frattempo preparare un soffritto con un goccio di olio e un po’ d’acqua con lo scalogno tagliato a fettine sottili. Strizzare i pomodorini e tagliarli a listarelle, aggiungendoli quindi allo scalogno. Far cuocere per qualche minuto. Intanto, dopo aver sbucciato il sedano rapa, grattugiarlo con i buchi grossi della grattugia e aggiungerlo in padella allo scalogno e ai pomodorini. Aggiungere abbondante rosmarino tritato e lasciar cuocere per 5 minuti circa. A questo punto, aggiungere la farina di ceci stemperata nell’acqua e alzare la fiamma facendo cuocere bene coperta da una parte (almeno una decina di minuti) e dall’altra (aiutandovi magari con il coperchio) la “frittata”. Aggiustare di sale e servire con dell’insalata o delle carote crude grattugiate o tagliate a julienne.

I ceci sono tra i legumi più digeribili poiché stimolano i succhi gastrici ed il pancreas. Sono forse il più antico legume consumato dall’uomo. Le virtù energetiche di questo legume erano molto apprezzate sin dall’antichità. Hanno un buon equilibrio  energetico, sono ricchi di vit. A, di calcio  di ferro, di fosforo, magnesio e potassio e di fibre. Contengono anche vit. C e B. Sono utili anche per gli uricemici e consigliati per combattere il colesterolo alto, stimolano la diuresi.

 Il sedano rapa viene chiamato anche sedano di Verona ed è una radice a tubero che assomiglia alla rapa, anche se di dimensioni molto maggiori. Bianco e rotondo, possiede un sapore aromatico e alquanto profumato, ma dolce al tempo stesso, che è inconfondibile grazie al contenuto di un olio essenziale, il sedanolide. Il sedano rapa non apporta molte vitamine e sali minerali, mentre possiede un alto contenuto di fibre. La buona notizia arriva dal lato delle calorie: solo 22 per 100 grammi di sedano rapa! Gli vengono attribuite proprietà remineralizzanti, diuretiche, sudorifere e depurative. Stimolerebbe, inoltre, la funzione digestiva e la secrezione biliare.

 

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.