Torta di mele e mandorle: una buona idea per colazione

8 Feb, 2018 da

torta di mele

Sicuramente le ricette per le torte di mele si sprecano, questa (che non ricordo più dove ho preso e che ho modificato un po’) ha però in più le mandorle nell’impasto che la rendono ancora più buona, oltre ad essere facilissima. Provare per credere! Ah, dimenticavo, è pure senza glutine e senza latticini, se si utilizza lo yogurt di soia. Per colazione, o per una merenda per i bambini, può essere una sana soluzione da leccarsi i baffi.

 

Ingredienti

2 mele (io ho usato le rosse), 80 grammi di mandorle, 60 g di amido di mais, 70 g di farina di riso integrale, 3 uova bio, 60 grammi di zucchero integrale di canna (+ 1 cucchiaio), 1 vasetto da 125 ml di yogurt bianco senza zucchero o yogurt di soia, 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva (possibilmente dal sapore delicato), 1 bustina di cremor tartaro (o di lievito per dolci), 1 limone, un pizzico di sale

Preparazione

Lavate le mele e affettatele, mettetele in una terrina e bagnatele con il succo del limone, mescolando delicatamente.

Riscaldate il forno a 160°C.  Con l’aiuto di un macina caffè o di un mixer, riducete le mandorle in farina. Lavorate quindi con una frusta le uova con lo zucchero; aggiungete, sempre mescolando, lo yogurt, il sale, l’olio, la farina di mandorle, l’amido di mais, la farina di riso e il cremor tartaro.

Versate il composto in una teglia rivestita di carta forno bagnata e strizzata. Versate il composto nella teglia e livellatelo bene.

Disponete le fettine di mela con la buccia rivolta verso l’alto, accavallandole. Spolverizzate la superficie delle mele con lo zucchero di canna.

Infornate per 60 minuti circa, facendo la prova con lo stecchino per verificare la cottura ed eventualmente proseguite per altri 5 minuti. Sfornate la torta di mele e trasferitela su una gratella per farla raffreddare.

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.