Come tornare in forma dopo il lockdown

12 Giu, 2020 da

tornare in formaA sentire quello che mi dite in tanti, il periodo di lockdown appena trascorso tra le mura domestiche ha comportato, oltre all’entusiasmo da lievitazione di pane, pizza e torte, una parallela lievitazione del peso.

Che fare dunque adesso che la prova costume incombe?

Nessuna ricetta magica, ahimè, Nessuna formula segreta emersa da antichi volumi abbandonati su polverosi scaffali di conventi in rovina, Nessuna promessa impossibile, ma un sano rimboccarsi le maniche, scelte alimentari corrette e tanto movimento, sempre gradatamente e senza esagerare.

Cominciamo concentrandoci sui consigli alimentari che, come sapete, sono la mia passione, oltre che la mia specialità.

Una disintossicazione di base per almeno 3 settimane

Evitate i cereali contenenti glutine

Visto che avrete sicuramente abbondato con i prodotti da forno, ancorché homemade, il primo suggerimento è quello di regalarvi tre settimane senza alimenti contenenti glutine, privilegiando i cereali senza glutine in chicco, con i quali potrete preparare gustosi piatti unici e insalate colorate rapide da cucinare.

Il glutine, infatti, anche per chi non è sensibile ad esso, se consumato in eccesso, diventa pro-infiammatorio sulla mucosa del colon ed è bene per questo periodicamente sospenderne il consumo, oppure – ancor meglio – consumarlo a rotazione nel corso della settimana, alternandolo a cereali senza glutine.

Il grano saraceno, ad esempio, cuoce in venti minuti; stessa cosa per il miglio, con il quale è possibile cucinare invitanti crocchette e polpette a base di legumi e verdure; il riso integrale è un’ottima base per insalate estive; con la quinoa ci si può sbizzarrire in tantissimi piatti sia dolci che salati. Per non parlare del sorgo o del riso rosso, di quello selvatico o di quello nero con i quali si possono preparare piatti anche molto scenografici, giocati sui colori. Pensate, ad esempio, ad un riso nero, avocado, pomodorini e salmone.

Se volete sapere come cucinare i cereali senza glutine, leggete l’articolo ad essi dedicato 

Di seguito, invece, il link ad alcune ricette a base di cereali senza glutine: insalata estiva di grano saracenoricette a base di miglio; insalata di riso e fagiolini; insalata di grano saraceno, fagiolini e pomodori; insalata di riso venere; riso rosso profumato.

Evitate le farine e i prodotti a base di farine

Per lo stesso motivo, meglio evitare per lo stesso periodo tutti i prodotti a base di farine, anche quelle senza glutine. Meglio scegliere, come si diceva sopra, cereali in chicco e bandire qualsiasi prodotto da forno industriale (ma anche fatto in casa) che preveda l’impiego di farine.

Verdura in abbondanza

Consumate in abbondanza verdura cruda. Immancabilmente all’inizio di ogni pasto, prima di mangiare qualsiasi altra pietanza, ma anche come snack, come spezzafame, come aperitivo. Per andare sul semplice, anche un buon hummus con un pinzimonio di verdure crude incontrerà il favore di tutti e unirà il gusto alla rapidità di preparazione.

Invece dei dolci, frutta fresca di stagione

L’estate che è alle porte porta con sé la frutta più dolce e solitamente più amata dell’anno: angurie, meloni, ciliegie, albicocche, pesche, frutti rossi, prugne, susine, fichi e così potrei continuare. Approfittatene per usarla come base per dolci o merende dolci al posto di biscotti, torte, plumcake con cui ci siamo sbizzarriti durante il lockdown. Oppure, mangiatela tale e quale. Quando la frutta è di stagione, meglio se biologica e maturata sulla pianta, regala infatti sapori unici che vale la pena di godere al naturale. Oltre alla ricchezza di sapore, la frutta di stagione, correttamente maturata, è ricca di vita, ricca, cioè, di vitamine e sali minerali, oltre che di sostanze antiossidanti di vario genere assolutamente fondamentali per la salute del nostro organismo. Di seguito il link ad alcuni dessert a base di frutta: tiramisu alla frutta; dessert di mango; ricette a base di ciliegie 

Fate ampio uso di erbe aromatiche fresche

Approfittate fino in fondo delle meravigliose erbe aromatiche che la stagione regala. Acquistatele in vaso per averle sempre a portata di mano e imparate ad usarle in abbondanza nelle vostre preparazioni. Le erbe aromatiche, infatti, vantano moltissime proprietà terapeutiche. Sono, ad esempio, carminative, digestive, antibatteriche, antivirali, depurative, analgesiche, antinfiammatorie, antisettiche, tonificanti, balsamiche e così via.

Sperimentate anche quelle meno consuete e usate quelle più comuni in accostamenti nuovi, ad esempio per pesti diversi dalla norma. Qui il link ad alcune ricette tratte dal sito di Cucina Naturale

Prediligete il piatto unico

E’ inutile girarci intorno, nonostante sia vero, parlando di cibo, che è la qualità ad essere più importante della quantità, è pur vero però che, sopratutto se non si pratica alcun tipo di attività fisica, mangiare a quattro palmenti non è certo l’ideale se si desidera ritornare al proprio peso forma. Per aiutarvi in questo intento, senza correre il rischio di intristirvi e di patire la fame, potete optare per il piatto unico (evitando ovviamente di mangiarne otto scodelle).

A questo link troverete alcune idee, come sempre veloci, ma saporite.

Eliminate dalla dispensa ogni bibita o soft drink

Se desiderate bere qualcosa di diverso dall’acqua naturale (che resta sempre la bevanda più dissetante e più indicata per ripristinare l’equilibrio idrico del corpo), potete preparare delle acque aromatizzate, oppure dell’ottimo tè verde alla menta fresca (senza zucchero). Anche i centrifugati e gli estratti di frutta e verdura sono un’ottima soluzione o gli smoothies (qui alcune ricette: smoothies; bevande estive sane, oppure del succo di carote al 100%, magari con l’aggiunta di succo di limone a piacere.

Le bibite, compresi i succhi di frutta industriali, infatti, sono un concentrato di zucchero, che è un alimento altamente pro-infiammatorio e per questo, tra le altre cose, predisponente anche all’ingrassamento.

Se questi consigli non vi sono bastati o desiderate approfondire, ecco il link al portale Epicentro (Istituto Superiore Sanità) sul quale troverete i consigli alimentari da seguire durante la pandemia, consigli che possono però utilmente essere recuperati anche nella fase attuale.

Last but not least

Ora che finalmente si può uscire, muovetevi, muovetevi, muovetevi. Il più possibile, con regolarità e senza esagerare all’inizio.

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *