Polpette di lenticchie al profumo d’oriente

7 Gen, 2021 da

Polpette lenticchieOggi ho preparato delle polpette di lenticchie davvero buone, così ho pensato di condividerle subito. Magari anche voi, come me, avete quei sei-sette pacchi di lenticchie di vari colori e dimensioni acquistate o ricevute in regalo a Natale, così questa potrebbe essere una buona modalità per smaltirle con gusto. Last but not least, queste polpette possono rappresentare anche un’ottima schiscetta da portare al lavoro, se siete tra quelli che sono rientrati, oppure un pasto da preparare in anticipo per fare contenti grandi e piccini.

Se impiegate pane grattugiato senza glutine, la ricetta sarà adatta proprio a tutti, anche a chi deve o desidera evitare il glutine. In più, è una ricetta adatta anche a chi dovesse seguire una dieta vegetariana o vegana.

Questa ricetta è dedicata a Martina.

Ingredienti (per circa una ventina di polpette di medie dimensioni)

140 g di lenticchie crude (circa 350 g di lenticchie cotte), 300 g di patate, 2 cipolle medie, 2 spicchi di aglio, 1 carota, 1 gambo di sedano con le foglie, curcuma in polvere, curry, prezzemolo, 1 foglia di alloro, pane grattugiato, sale, olio evo, pomodoro concentrato.

Preparazione

Metti a cuocere le lenticchie in acqua fredda, dopo averle lasciate in ammollo per una o due ore con una foglia di alloro (riduci così il tempo di cottura. Le lenticchie più piccole non ne avranno bisogno). Aggiungi una cipolla sbucciata, 1 spicchio di aglio sbucciato, la carota pelata, il sedano lavato. Quando saranno cotte, scolale bene e tienile da parte.

Nel frattempo metti a lessare le patate. Falle raffreddare, sbucciale e schiacciale con una forchetta fino a ridurle in purè. Io le ho lasciate tutta una notte in frigorifero perché avevo cotto le lenticchie e le patate la sera prima e credo abbia fatto loro solo bene, ai fini della ricetta. In più, tieni conto che l’Indice Glicemico delle patate lesse diminuisce se restano a riposare una notte in frigorifero.

Una volta scolate le lenticchie, frullale con la carota lessa con un minipimer fino a ridurle in crema. A questo punto ho preparato una specie di soffritto con un cucchiaio di concentrato di pomodoro, un po’ d’acqua, 1 cipolla e 1 spicchio d’aglio tritati. L’ho fatto cuocere per 5′ circa a fuoco basso, quindi, l’ho aggiunto al purè di lenticchie, al quale ho aggiunto anche un po’ di prezzemolo a piacere tritato al coltello. Ho aggiunto la curcuma e il curry, il purè di patate e il pane grattugiato. Ho quindi aggiustato di sale.

A questo punto, ho preparato delle polpette di medie dimensioni, che ho fatto girare per bene in altro pane grattugiato, disponendole su una teglia coperta di carta forno.

Ho quindi condito con un po’ di sale e un filo d’olio e ho infornato a 200°C per una ventina di minuti, girando, a metà tempo, le polpette facendo attenzione a non romperle.

Appena sfornate sono una bomba, ma anche riscaldate non sono mica male! Le ho servite con una cupoletta di riso basmati, condito con un po’ d’olio e decorato con un pomodoro secco sott’olio della mia mamma e del finocchio crudo, perché non avevo altro e il finocchio aiuta anche a digerire meglio le lenticchie.

Le lenticchie hanno un alto potere nutritivo perché sono un concentrato di sostanze preziose: carboidrati complessi, fibre, proteine, potassio, ferro, calcio, magnesio, fosforo, zinco, rame, selenio, vit. B1, B2, B3. Hanno anche buone proprietà antiossidanti; contengono infatti flavonoidi e niacina. Grazie al contenuto di tiamina, aiutano la concentrazione e la memoria.

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *