Plumcake senza glutine al profumo d’arancia

4 Mar, 2020 da

plumcake

Per addolcire questo difficile periodo di follia collettiva, propongo una ricetta senza glutine e senza latte, ma saporita e buona per davvero, perfetta per la colazione e che fa il paio con il plumcake alle mele di qualche tempo fa.

Ormai la farina di grano saraceno e quella di riso integrale si trovano facilmente in molti supermercati, anche biologiche e se non avete il cremor tartaro, potete usare del buon lievito per dolci in bustina.

Ingredienti

1 vasetto di yogurt di soia, 3 uova bio, farina di grano saraceno, farina di riso integrale, zucchero integrale di canna, olio extra vergine d’oliva delicato, 1 bustina di cremor tartaro, cioccolato fondente, 1 arancia bio, marmellata di arance amare

Preparazione

Versate lo yogurt di soia in una ciotola, lavate il vasetto, asciugatelo con cura e usatelo come unità di misura. Aggiungete un vasetto di zucchero integrale di canna, mescolando con cura. Dividete i rossi d’uovo dalle chiare e aggiungeteli allo yogurt zuccherato. A questo punto unite 3 vasetti di farina di grano saraceno e 1 vasetto di farina di riso, oltre alla bustina di cremor tartaro.

Versate tre quarti di vasetto di olio d’oliva dal sapore delicato e mescolate con cura.

A questo punto montate a neve soda le chiare d’uovo e aggiungetele, mescolandole delicatamente al composto dal basso verso l’alto.

Per concludere, aggiungete scaglie di cioccolato fondente a piacere e la buccia d’arancia prelevata con il pelapatate e tagliata a fettine sottili.

Versate il tutto in uno stampo per plumcake rivestito di carta da forno e cuocete a 180°C per circa mezz’ora o poco più. Infilate uno stuzzicadenti nel plumcake per verificare che sia cotto, deve uscire pulito.

Una volta cotto, sformate il plumcake e servitelo a fettine con della marmellata d’arancia a parte da spalmare sopra a piacimento. A me piace mangiarlo ancora tiepido.

Si mantiene bene per qualche giorno, anche se nei giorni successivi risulterà più compatto.

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *