Non remarti contro: una breve riflessione

1 Mar, 2018 da

autosabotaggioOgni tanto, soprattutto in periodi come questo, mi viene voglia di aprire a caso una pagina del libro “Attrarre la prosperità” di Swami Kriyananda e di leggere il capitolo corrispondente. Questa volta il risultato è stato il seguente:

Quell’ingannevole subconscio

“Sarebbe piuttosto facile controllare la mente, se i pensieri coscienti fossero gli unici con cui ci dobbiamo confrontare. Sfortunatamente, però, e contrariamente a questa auspicata facilità, la mente cosciente è solo la punta del grande iceberg della coscienza. Sepolto nel subconscio, così in profondità da sfuggire perfino al riconoscimento cosciente, esiste un vasto stuolo di desideri insoddisfatti e tendenze irrisolte, che spesso insorgono contro qualsiasi obiettivo cerchiamo di raggiungere consapevolmente.
Un mio amico si trovava in Pakistan durante la guerra indo pakistana. Dato che gli aerei indiani mitragliavano le autostrade, il pullman sul quale viaggiava dovette cambiare il suo percorso. A un certo punto, il veicolo si impantanò nel letto di un fiume. L’autista chiese ai passeggeri di scendere e spingere. Un quarto d’ora dopo, il veicolo non si era mosso di un solo centimetro. Perplesso, l’autista fece un passo indietro per osservare cosa stesse succedendo. Con sorpresa vide che metà dei passeggeri stava spingendo l’autobus dalla parte posteriore, come egli aveva stabilito, mentre l’altra metà stava spingendo con altrettanto impegno della parte anteriore! Quanto spesso manifestiamo la stessa tendenza! Pur impegnandoci sinceramente un certo livello della nostra coscienza per raggiungere un obiettivo desiderato, a un altro livello riusciamo a resistere ai nostri stessi sforzi. Mentre lavoriamo sodo, potremmo desiderare di non dover lavorare affatto. Forse, in ufficio, continuiamo a guardare l’orologio o ci ritroviamo a sognare a occhi aperti. Forse diciamo a noi stessi che, in ogni caso, il nostro lavoro è del tutto inutile. Oppure sprechiamo energia soffermandoci mentalmente su tutte le altre cose che preferiremmo fare o pensando in anticipo ai risultati che desideriamo dal nostro lavoro, invece di concentrarci sul compito del momento. Possiamo ottenere grandi risultati nella vita se ci discipliniamo a fare una cosa alla volta, a farla con tutto il cuore e a non lasciarci distrarre dalla preoccupazione per tutto quello che vorremmo ancora realizzare o che vorremmo aver realizzato in passato”.

Credo di non aver aperto proprio del tutto a caso questa pagina oggi e spero possa essere di ispirazione anche per voi. Buona settimana!

Condividi questo articolo!

Articoli simili

Condividi

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *