Mangiare bene per stare bene: 10 (semplici) regole

1 Feb, 2014 da

Mangiar bene, si sa, è la base della salute. E la salute – tutti i grandi medici del passato lo sapevano molto bene – passa dall’alimentazione. Feuerbach diceva che siamo quello che mangiamo: ci abbiamo mai pensato? Mangiamo cibi spazzatura e diveniamo spazzatura, mangiamo cibi vitali e anche noi lo diventiamo. È semplice!

Sulla scia di questa semplicità, ho pensato ad un decalogo che cominci ad enumerare le dieci regole base di una sana alimentazione, di un’alimentazione, cioè, in grado di accrescere il nostro benessere, la nostra energia, il nostro buonumore. Perché, non dimentichiamolo mai, siamo un tutto unico di corpo, mente e spirito e quel che fa bene al corpo, fa bene alla mente, così come allo spirito e viceversa.

Ecco il decalogo:Faccina con verdure

  1.  Nutriti di alimenti semplici, vitali, maturi al punto giusto e di stagione, cuocendoli il meno possibile e con cotture leggere
  2. Bevi, almeno un litro e mezzo al giorno di acqua naturale non gasata al giorno. L’acqua pulisce, elimina le tossine. Sei fatto di acqua, le tue cellule sono composte per lo più di acqua, lo spazio infracellulare è composto di acqua, l’acqua è vita per te, per noi tutti
  3. Elimina i cibi spazzatura, primo fra tutti lo zucchero raffinato. Sono i cibi che contengono additivi, coloranti, grassi idrogenati, conservanti, che sono stati iper trasformati e lavorati, che non contengono più nulla di vitale o nutritivo e sono solo in grado di ingannare il tuo organismo
  4. Ricerca la massima varietà in quel che mangi, solo così potrai godere di tutti i nutrienti di cui sono naturalmente ricchi i frutti della Natura. In questo modo potrai anche risparmiare, evitando di comprare costosi prodotti volti ad integrare quello che non sei riuscito a dare al tuo organismo per via di un’alimentazione troppo monotona
  5. Inizia ogni pasto con della frutta o verdura cruda, oltre a darti un maggior senso di sazietà, preparerà adeguatamente l’apparato digerente alla corretta assimilazione di quanto introdurrai successivamente
  6. Riduci latte e latticini, non consumarli più di un paio di volte alla settimana, anche se non sei intollerante. Sono tra gli alimenti più acidificanti che siamo soliti consumare
  7. Elimina o, se proprio non ce la fai, riduci al minimo gli insaccati, scegliendo solo quelli di qualità superiore. È una raccomandazione dello stesso World Cancer Research Fund  nel suo ultimo rapporto
  8. Riduci il consumo di carne, soprattutto se rossa, sostituiscila con carne biologica bianca (pollo, tacchino, coniglio). Anche su questo è concorde il rapporto del World Cancer Research Fund
  9. Consuma pesce almeno 2-3 volte alla settimana, privilegiando il pesce azzurro o il pesce proveniente dalle acque fredde del nord, più ricco di omega-3
  10. Scegli solo farine e cereali integrali (biologici), oltre a rilasciare più lentamente nel sangue gli zuccheri di cui sono composti, evitando di creare pericolosi picchi glicemici, potrai godere di tutti i nutrienti (sali minerali, vitamine, ecc.) presenti nel germe e far tesoro delle fibre – tanto utili al tuo intestino – che con la raffinazione vanno invece perdute

 

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *