Gambe pesanti e gonfie: qualche tisana

14 Giu, 2018 da

tisana 2Come promesso nell’articolo dedicato alle gambe gonfie di qualche giorno fa, eccomi qui per alcune tisane, da bere anche a temperatura ambiente o fresche, utili per alleviare il fastidioso problema.

Prima di cominciare, però, un’avvertenza generale: se si è in cura con farmaci ipotensivi, diuretici, oppure con farmaci anticoagulanti, occorre fare attenzione nell’uso frequente di tisane diuretiche e drenanti, perché potrebbero interferire con l’effetto del farmaco.

 

Infuso al karkadè

Oltre a essere dissetante, stimola la diuresi e tonifica cuore e circolo, riducendo gli edemi.

Per una tazza d’acqua metti in infusione un cucchiaino di sepali floreali di karkadè; filtra e bevi l’infuso tiepido o freddo, eventualmente dolcificando con un cucchiaino di miele integrale.

Infuso alle foglie di mirtillo

Metti in infusione in acqua bollente per 6-10 minuti una presa di foglie di mirtillo per ogni tazza d’acqua. Filtra e bevi, eventualmente dolcificando con del buon miele integrale italiano.

Infuso alle foglie di nocciolo

Grazie alle foglie di nocciolo, da acquistare essiccate in erboristeria, è possibile ottenere un infuso benefico per la circolazione, da consumare tiepido due volte al giorno. L’ideale sarebbe berne una tazza al mattino ed una alla sera nei periodi in cui i sintomi si fanno più sentire.

Per ogni tazza sarà sufficiente utilizzare un cucchiaio di foglie di nocciolo essiccate e tritate, da lasciare in infusione in acqua bollente per 10-15 minuti. Filtrare, spremendo con un cucchiaino le foglie e bere.

Tè verde

Oltre alle sue grandi proprietà antiossidanti, il tè verde facilita la diuresi, disintossica l’organismo ed è utile in caso di ritenzione idrica, oltre che in presenza di infiammazioni, che concorre a ridurre. Provalo con delle foglie di menta fresca come si usa nei paesi caldi, evitando però di dolcificarlo con lo zucchero, come invece si usa lì. Sarà così anche molto dissetante.

Tisana di betulla

Le foglie di questa pianta sono ricche, tra gli altri minerali, anche di sali di potassio, ideali per favorire un’azione diuretica efficace, in grado di aiutare contro la pesantezza e la ritenzione idrica. L’aumento del rapporto potassio/sodio infatti stimola l’eliminazione urinaria nell’organismo

Metti in infusione un cucchiaio di foglie (che trovi in erboristeria) in una tazza di acqua bollente, lascia in infusione per 10 minuti, filtra e bevi, dolcificando se necessario con del miele integrale. Bevine un paio di tazze al giorno, a colazione e a metà pomeriggio, ad esempio. Alcuni erboristi suggeriscono di aggiungere, quando la tisana è diventata tiepida, un pizzico di bicarbonato di sodio per migliorare la biodisponibilità dei principi attivi contenuti nelle foglie. Se ne sei allergico, tieni conto che la betulla contiene un precursore dell’acido acetilsalicilico.

Per quanto riguarda, invece, le donne in stato interessante o che allattano, meglio evitarne l’uso per non correre il rischio di creare reazioni allergiche al bambino.

Tisana “in gamba” (tratta dall’ultimo numero di Cucina Naturale)

Utile in caso di gambe gonfie e pesanti, associato ad una sensazione di prurito: 20 g di foglie di vite rossa, 50 g di foglie di amamelide, 15 g di rusco rizoma, 15 g di sepali floreali di karkadè, Prepara un decotto breve portando a bollore una tazza abbondante di acqua, aggiungi un cucchiaio del mix di erbe e fai bollire per 2-3 minuti. Spegni e lascia in infusione per un’ora. Filtra e bevine 2-3 tazze al giorno, lontano dai pasti, soprattutto la sera, per alleviare la sensazione di pesantezza alle gambe.

Decotto di peduncoli di ciliegia

Un classico, dal sapore piacevolmente dolce: metti un cucchiaio raso di peduncoli di ciliegia sminuzzati in una tazza di acqua fredda. Metti sul fuoco e porta a ebollizione, fai bollire finché l’acqua non assume un colore rosato. Spegni il fuoco e lascia a riposare per 10 minuti circa o fino a quando il decotto diventa di un colore più scuro. Bevine 2 tazze al giorno.

Delle proprietà drenanti e depurative delle ciliegie abbiamo parlato nell’articolo ad esse dedicate.

Tisana all’equiseto, finocchio (o anice) e betulla

Mescola in parti uguali tra loro: equiseto, foglie di betulla, frutti/semi di finocchio o di anice. Usa, quindi, un cucchiaio di erbe per ogni tazza d’acqua bollente. Lascia in infusione per di 10 minuti, filtra e bevi 2-3 tazze al giorno.

L’equiseto, chiamato anche “coda cavallina” per la sua forma, è molto ricco di minerali quali silicio, magnesio e potassio, molto utili per drenare, esercitare un’azione diuretica, remineralizzante e disintossicante.

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *