Frittata: una ricetta particolare saporitissima e facile

25 Set, 2019 da

fritatta trippataFrittata trippata

Ho trovato questa ricetta tradizionale della cucina compitese in un agile libretto stampato dalla Maria Pacini Fazzi Editore in Lucca che ha in catalogo una serie di piccoli libri di cucina monotematici dalla gradevole veste editoriale riuniti in una collana dal titolo “Mangiari”. La racconta un’anziana signora di S’Andrea di Compito, il paese delle camelie, dove ogni anno si tiene la tradizionale mostra delle camelie.

Frittata trippata

6 uova, 1 cucchiaio di farina, maggiorana, sedano, carota, cipolla, 1 spicchio d’aglio, passata di pomodoro, brodo di carne, peperoncino, prezzemolo, parmigiano, sale

Preparate la frittata con le sei uova, 1 cucchiaio di farina, il formaggio grattugiato e la maggiorana. Appena la frittata è pronta lasciatela raffreddare. Dopodiché tagliatela a strisce come si fa con la trippa. Adesso mettete dell’olio a scaldare in una padella, mettetevi il trito fatto con tutte le verdure e lo spicchio d’aglio. Dopo poco aggiungete il pomodoro assieme a un po’ di brodo, fate bollire per una decina di minuti, aggiungete il peperoncino e aggiustate di sale. Infine aggiungete la frittata tagliata a listelli e continuate a far bollire a fuoco basso per altri 10 minuti. Togliate la padella dal fuoco e servite dopo aver spolverato con prezzemolo tritato e parmigiano grattugiato.

Servite con qualche fetta di pane integrale abbrustolito e abbondante insalata mista.

Interessante vero? E pure veloce da preparare, a patto di avere il brodo di carne già pronto, logicamente. 

Ricordo che le uova sono un’ottima fonte proteica, molto completa e ben assimilabile: un uovo fornisce tutti gli amminoacidi essenziali, che l’organismo non può produrre da solo. Il contenuto di vitamine, in particolare A ed E, che svolgono un’azione antiossidante, è interessante. Buona la quantità di vitamina B1 e di vitamina D (per approfondire le sue molteplici proprietà leggi l’articolo dedicato) L’uovo è ricco anche di sali minerali tra cui fosforo, ferro, in una forma facilmente assimilabile e zinco, un minerale essenziale per il buon funzionamento del sistema immunitario. L’uovo è molto digeribile, e le sue sostanze vengono utilizzate dall’organismo in una percentuale molto alta (95%). Il modo migliore per sfruttarne appieno le proprietà è quello di consumarlo alla coque.

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *