Stress cronico: Covid-19 e PTSD, cosa fare

9 Apr, 2021 da

PTSDOltre un anno di pandemia ha lasciato il segno, causando un vero e proprio disturbo denominato Sindrome Post Traumatica da Stress (PTSD). Questo è quanto emerge dalla revisione degli studi pubblicati sul tema Covid-19 e benessere mentale, condotta dalla Società Italiana di Psichiatria.

Secondo tale revisione, sintomi persistenti di stress quali insonnia, incubi, ansia, irascibilità, frustrazione, colpirebbero ormai una persona su tre, in modo particolare le donne, sulle quali si è spesso abbattuto il peso maggiore di questa difficile situazione.

Anche studi condotti in altri paesi (Spagna, Irlanda, Cina, India, Israele) hanno rilevato la presenza di un disturbo da stress post traumatico con un’incidenza che arriva al 30% della popolazione.

Dalla revisione citata sopra, emerge però che uno dei maggiori fattori protettivi è il benessere spirituale. Chi pratica meditazione, chi coltiva in qualsiasi modo la propria spiritualità è risultato infatti più protetto contro lo stress cronico da coronavirus.

Per quanto riguarda, invece, chi è stato contagiato, soprattutto se ha patito sintomi gravi, gli studi condotti in Italia, Corea e Cina evidenziano la presenza di sintomi da Sindrome Post Traumatica da Stress (PTSD) nel 96% dei casi.

Incidenze elevate di PTSD sono stati rilevate anche tra gli operatori sanitari, in modo particolare tra gli infermieri, che hanno manifestato sintomi fino al 37,4% della popolazione considerata in una meta analisi condotta nel primo semestre del 2020.

Il malessere psichico legato a questa perdurante situazione di incertezza , conclamato o latente che sia, andrebbe comunque preso in carico al più presto, in primo luogo dall’individuo stesso, che deve essere il principale artefice del proprio benessere fisico e mentale, in casi più seri rivolgendosi invece ad un professionista.

Cosa possiamo fare quando la situazione non è ancora preoccupante, ma impatta sul nostro benessere?

Oltre a prenderci cura della nostra parte spirituale, ognuno seguendo la strada che più gli è congeniale, potremmo, ad esempio, pensare di ricorrere ad una pianta adattogena, doni della natura che – come dice il nome stesso – aiutano l’organismo ad adattarsi in momenti di particolare stress.

Se volete saperne di più, vi invito a leggere l’articolo di qualche anno fa che trovate al seguente link “Le piante adattogene corrono in tuo aiuto

Un‘integrazione di magnesio e ricordarsi di bere acqua naturale, a temperatura ambiente, in modo regolare e sufficiente durante l’intera giornata sono gesti semplici, ma importanti. Potrete trovare maggiori dettagli, in un articolo di qualche tempo fa.

Un grande aiuto può venire anche dai Fiori di Bach, una metodica delicata, ma potente, che agisce sulle emozioni riportandole in equilibrio. Per saperne di più: “Emozioni da coronavirus: fronteggiarle con i fiori di Bach

Infine, l’impiego di oli essenziali è un’altra grande possibilità che la natura ci offre. Sono tanti gli oli essenziali che possono aiutarci a ritornare in equilibrio in caso di malessere psichico.

Per fare solo alcuni esempi, posso citare la camomilla romana, un potente calmante che agisce sul sistema nervoso centrale, oppure l’essenza di cedro che regola il sistema nervoso ed è efficace in caso di rabbia, paura, depressione, ansia e stress.

Per non parlare del classico olio essenziale di lavanda vera: un eccellente rilassante, ansiolitico e antistress. In situazioni di oppressione e di ansia, è indicato anche l’olio essenziale di maggiorana, che agisce da neurotonico ad ampio spettro. Efficace contro insonnia, palpitazioni, angoscia è invece l’olio essenziale di melissa, un vero e proprio equilibrante della psiche.

Per concludere, l’invito è quello di prendersi cura di se stessi, di non sottovalutare i sintomi legati allo stress che si manifestano, soprattutto se in modo cronico, e di ricorrere, se necessario a persone competenti per farsi consigliare e ricevere consigli mirati.

A tale proposito, ricordo che sono disponibile a colloqui on line (zoom, Skype o videochiamata) con tempi e modalità che cercano sempre di venire incontro alle esigenze di ognuno.

Potete contattarmi per informazioni o appuntamenti via mail al seguente indirizzo: ic.naturopata@gmail.com, oppure tramite whatsapp al seguente numero: 377 3065415.

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *