Clafoutis di frutta senza glutine di casa mia

21 Lug, 2020 da

clafoutis

Quella di oggi è la ricetta di un clafoutis come lo preparo a casa mia. Si tratta di un dolce super veloce a base di frutta di stagione in versione senza glutine. Dimenticavo, è anche senza latte e latticini. In casa ha incontrato il favore anche di chi non ha motivi per evitare glutine e latticini e si è rivelato un ottimo dolce per la merenda dei ragazzi o per colazione. Ha una consistenza molto morbida, in grado di fare la felicità anche di qualche anziano nonno sdentato.

Ingredienti

40 g farina di riso integrale, 20 g farina di grano saraceno, 2 cucchiai rasi di amido di mais, 30 g zucchero integrale di canna, 2 uova bio, 1 bustina di cremor tartaro o lievito per dolci, 1 bicchierino di vino dolce (io ho usato del vin santo), 400 ml di latte (bevanda) di soia, 250 g circa di frutta di stagione a cubetti piccoli.

Preparazione

Sbattete lo zucchero con le uova fino a far diventare spumoso il composto, aggiungete le farine e l’amido mescolato con il lievito, aggiungete il latte di soia, sempre mescolando e la frutta a cubetti. Mescolate e aggiungete per ultimo il bicchierino di liquore dolce. L’impasto rimarrà molto fluido.

Imburrate 4 cocotte di porcellana o una cocotte più grande, mettete un po’ di farina e spargetela in modo uniforme, quindi infornate a 200°C per 20-25 minuti.

Lasciate raffreddare e, aiutandovi con un coltello, estraete i clafoutis dalla cocotte servendoli su un piattino singolo.

In quelli della foto ho utilizzato, 1 mela + 1 pesca e dell’uvetta passa, ma viene buonissimo, ad esempio, anche con le albicocche (che dovrebbero essere mature). In quel caso non aggiungo l’uvetta perché le albicocche sono già parecchio dolci. Superlativo, infine, quello alle ciliegie.

Potete anche aggiungere della cannella in polvere (sopratutto con le mele), se vi piace l’aroma e desiderate un sapore più dolce senza correre il rischio di far salire la glicemia.

Se volete sapere di più sulla cannella e le altre spezie, leggete l’articolo loro dedicato di qualche tempo fa

 

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *