Acque aromatizzate: benessere a portata di brocca

25 Lug, 2018 da

acqua ai lamponi e kiwiEstate, caldo, sete, necessità di idratarsi più che in altri periodi dell’anno per reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione. In questi casi l’acqua resta sempre l’opzione migliore. Ovviamente da mettere al bando tutte le bibite e le bevande gasate e/o zuccherate.

Se volete però rendere più invitante il sapore della vostra acqua e unire all’effetto dissetante ed idratante anche i benefici derivanti dalle proprietà di erbe, spezie, così come frutta e verdura, potete preparare in casa delle ottime acque aromatizzate.

Le acque aromatizzate si possono infatti preparare in modo semplice e rapido partendo da frutta e verdura di stagione, con l’aggiunta di erbe aromatiche fresche e spezie, personalizzandole in base ai propri gusti e all’effetto benefico che si desidera ottenere. Arricchendosi, infatti, dei sali minerali, degli antiossidanti e delle vitamine contenute negli ingredienti impiegati, avranno un effetto detossinante o energizzante o, ancora, stimolante o di contrasto alla ritenzione idrica, a seconda degli ingredienti scelti.

Come prepararle 

In una brocca di vetro dalla bocca larga e con tappo ermetico aggiungere ad un litro di acqua naturale circa 200 grammi di frutta o verdura di stagione ben lavata e tagliata a fettine sottili. Aggiungere alla frutta e/o alla verdura le erbe aromatiche fresche preferite intere. Mettere a questo punto in frigorifero la caraffa per almeno 6 ore (meglio comunque di più, anche una notte intera) e consumare il prima possibile. L’ideale sarebbe prepararle la sera precedente e consumarle nell’arco della giornata successiva.

Frutti indicati saranno ananas, kiwi, pesca, anguria, melone, mango, uva, pera, mela, limone, arance, pompelmo, ciliegie, mirtilli, more, lamponi; verdura indicata: cetrioli, sedano, carote, finocchi; erbe aromatiche e spezie, ad esempio: menta, cannella, zenzero, basilico, rosmarino, salvia, melissa, cardamomo, vaniglia.

Alcune idee

Andando a zonzo per il web e facendo appello alla memoria personale di preparazioni passate, ho selezionato qualche ricetta di abbinamenti salutari e sfiziosi, oltre che, come sempre, buoni.

Ananas e kiwi. Due fette di ananas fresco, un kiwi tagliato a fettine in 1 litro d’acqua. Lasciare a riposo una notte intera e bere il giorno. Una variante prevede di usare solo l’ananas, ma di aromatizzarlo con della salvia. O, ancora, di usare delle fragole al posto dell’ananas.

Fiori di sambuco. Una manciata di fiori di sambuco in un litro di acqua con qualche fettina di limone. Lasciare in infusione in frigorifero 12 ore prima di servire.

More e pompelmo rosa. Una manciata di more appena raccolte, mezzo pompelmo rosa in fettine sottili, un litro d’acqua. Lasciar riposare una notte in frigorifero.

More, limone e menta. Una manciata di more appena raccolte, 2-3 fette sottili di limone e qualche fogliolina di menta a piacere. Mettere in infusione in un litro d’acqua per una notte.

Mango e zenzero. Un paio di fette di mango tagliate a cubetti, un pezzetto di zenzero fresco tagliato a fettine sottili in un litro di acqua. Lasciare in infusione per qualche ora almeno, filtrare e servire.

Zenzero e limone. Un pezzo di 2 centimetri di zenzero fresco (togliendo la scorza) tagliato a fettine sottili, mezzo limone biologico con la buccia, ben lavato e tagliato a fettine, in un litro d’acqua. Lasciare 12-24 ore in frigorifero. Bere durante tutto l’arco della giornata.

Fragole e menta. Mettere 5 o 6 grosse fragole intere dentro una caraffa e versarvi sopra 1 litro di acqua fresca. Aggiungere qualche foglia di menta ben lavata. Chiudere il barattolo ermeticamente e lasciare in frigo una notte o un giorno intero. Aggiungere qualche fettina di limone a piacere. Una variante prevede la sostituzione della menta con del basilico (4 foglie per ogni tazza di fragole).

Lamponi e limone. Una manciata di lamponi in un litro di acqua. Aggiungere un paio di fettine di limone biologico tagliata sottile (meglio se con la buccia). Aggiungere a piacere qualche fogliolina di menta e lasciare riposare almeno un paio d’ore.

Mirtilli e lime. Un manciata di mirtilli di bosco, un lime tagliato a fettine sottili in 1 litro d’acqua. Aggiungere qualche ago di rosmarino. Lasciare riposare una notte in frigorifero. Bere a piacere durante il giorno.

Anguria e melone. Una fetta di anguria e una di melone tegliate a cubetti, aggiungere 1 litro d’acqua. A piacere foglie di menta fresca e del limone spremuto. Far riposare in frigorifero qualche ora almeno prima di bere.

Cetriolo e limone. Un cetriolo tagliato a fettine sottili, mezzo limone spremuto o tagliato sottile, in un litro d’acqua. Aggiungere quindi qualche fogliolina di menta. Lasciare in frigo 4-6 ore e bere a piacere.

Carote e sedano. Scegliere tre carote medie e tagliarle a rondelle sottili, un gambo di sedano anch’esso tagliato sottile, sempre in un litro d’acqua. Lasciare a riposo mezza giornata e bere una volta pronta.

Pesca e ciliegie. Una pesca sbucciata tagliata a fettine e qualche ciliegia intera o tagliate a metà senza nocciolo, in 1 litro d’acqua. Lasciare riposare in frigorifero qualche ora in una caraffa di vetro chiusa. Si può preparare anche solo con la pesca, se la stagione delle ciliegie dovesse ormai essersi conclusa.

Limone, pompelmo e menta. Mettere a piacere qualche fettina tagliata sottile di limone insieme a qualche spicchio di pompelmo pelato e a qualche fogliolina di menta fresca. Lasciare in infusione per una notte e servire.

Ora non vi resta che provarle tutte a rotazione, in modo da garantire al vostro organismo tutti i componenti, minerali e non solo, necessari per il suo miglior funzionamento, il tutto come sempre con gusto!

Condividi questo articolo!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *